Home Politica Politica Aosta

La Regione ricorre contro la richiesta dello Stato di un contributo di finanza pubblica

0
CONDIVIDI
Regione Valle d'Aosta

AOSTA 4 LUG.  Nella seduta del lunedì 3 luglio 2017, la Giunta regionale ha deliberato di promuovere un conflitto di attribuzione alla Corte Costituzionale e un ricorso giurisdizionale al TAR del Lazio per chiedere l’annullamento del decreto del Ministero dell’economia e delle finanze del 9 maggio 2017, che impone alla Regione Autonoma Valle d’Aosta un contributo per il concorso agli obiettivi complessivi di finanza pubblica pari a circa 144 milioni 327 mila euro per il 2017 ai sensi dell’articolo 16 del decreto-legge 95/2012.

I rimedi giurisdizionali, tra di loro cumulabili, sono stati deliberati per evitare la scadenza di termini per poter ricorrere. Ciononostante, il Governo regionale ritiene che un positivo dialogo con il Governo centrale potrà permettere di rinvenire modalità concertate di definizione della questione, che investe in generale le modalità di concorso della Regione al risanamento della finanza pubblica, mediante meccanismi ritenuti illegittimi dalla Corte Costituzionale, con sentenza n.77 del 2015, ove reiterati nel tempo e non correlati al sistema, oramai superato dalla Valle d’Aosta, del patto di stabilità interno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here