Home Economia Economia Aosta

Pacchetto agricoltura, sospensione rate dei mutui su richiesta

0
CONDIVIDI
Aziende agricole

AOSTA 5 LUG.  Nel cosiddetto Pacchetto Agricoltura, è stata inserita anche la possibilità di sospensione del pagamento delle rate dei mutui a tasso agevolato nel settore agricolo, concessi a valere sulle leggi regionali 24 dicembre 1996, n. 43 e 4 dicembre 2006, n. 29.

Ciò a seguito dell’approvazione, nella seduta del Consiglio regionale del 21 giugno 2017, della legge 23 giugno 2017, n. 8 Disposizioni urgenti per il sostegno al comparto agricolo. Modificazioni alla legge regionale 3 agosto 2016, n. 17, entrata in vigore il 29 giugno 2017, il cui articolo 5 prevede tale possibilità.

La sospensione è concessa, previa istanza da presentare a FINAOSTA entro il 31 luglio 2017, sulle rate dei mutui stipulati entro la data del 31 maggio 2017 in scadenza dal 1° luglio 2017 e fino al 30 giugno 2018.

 

Questa iniziativa – spiega l’Assessore Laurent Viérin – si inserisce all’interno delle azioni del Pacchetto Agricoltura, che come Assessorato stiamo portando avanti al fine di favorire opportunità di rilancio del settore agricolo in Valle d’Aosta. Siamo profondamente convinti della necessità di sostenere i reali bisogni delle aziende e dei nostri agricoltori attraverso interventi mirati a dare risposte concrete e immediate. Questa ulteriore opportunità per le aziende in difficoltà di sospendere i mutui fino al 30 giugno 2018 intende fornire al mondo agricolo un ulteriore strumento per affrontare la crisi ed è un altro segnale che con la nostra azione intendiamo dare risposte ai reali bisogni delle aziende e degli agricoltori, con interventi specifici funzionali alle esigenze del comparto.

 

Per le imprese agricole e agrituristiche, l’agevolazione derivante dalla sospensione delle rate sarà concessa in regime de minimis, ai sensi e nei limiti dei regolamenti (UE) n. 1407/2013 della Commissione, del 18 dicembre 2013, relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea agli aiuti de minimis e n. 1408/2013 della Commissione, del 18 dicembre 2013, relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea agli aiuti de minimis nel settore agricolo. In tali casi, i richiedenti sono tenuti a presentare la dichiarazione di cui all’articolo 6, comma 1, dei predetti regolamenti.

Qualora il mutuatario interessato non possa beneficiare di agevolazioni in regime de minimis, la sospensione del pagamento delle rate dei mutui agevolati è disposta a condizione che il richiedente assuma a proprio carico i connessi oneri finanziari.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here