Home Spettacolo Spettacolo Aosta

Successo ad Arnad per Chateaux Ouverts

0
CONDIVIDI

AOSTA 18 AGO.  La prima settimana di visite a Château Vallaise di Arnad, in occasione del Cantiere-evento organizzato dall’Assessorato istruzione e cultura e dal Comune di Arnad dal 12 al 27 agosto 2017, nell’ambito della rassegna culturale Châteaux Ouverts, ha registrato un’eccezionale partecipazione da parte del pubblico.

Più di 2000 valdostani e turisti hanno approfittato dell’apertura straordinaria, dal 12 al 18 agosto, di questa raffinata dimora signorile per scoprirne i tesori, con visite accompagnate.

Il pubblico è rimasto affascinato dalle vicende della famiglia Vallaise ed estasiato di fronte alla ricchezza di dettagli e di riferimenti filosofici, biblici e mitologici dei cicli pittorici barocchi che ornano le mura delle stanze visitabili. Inoltre ha potuto constatare il risultato dell’importante e complesso intervento di restauro e valorizzazione, che ha riguardato, in particolare, il rifacimento delle coperture, il restauro della facciata e la realizzazione della sala multimediale che conclude il percorso di visita. Giovedì 17 agosto anche la delegazione FAI di Aosta ha potuto ammirare le bellezze di questa nobile dimora.

Inoltre, le presenze sono anche rafforzate dalla concomitanza del Cantiere-evento a Château Vallaise con la Festa del Lardo di Arnad. Si tratta quindi di un calendario di eventi e iniziative previsto per quest’estate che unisce ricchezze storico-artistiche ed eccellenze gastronomiche, per una valorizzazione a tutto tondo del territorio regionale.

“Siamo lieti dell’interesse dimostrato dal pubblico nei confronti di Château Vallaise sin dai primi giorni di apertura”, dichiara l’Assessore Chantal Certan, sottolineando che “le attività promosse quest’estate dall’Assessorato si stanno distinguendo per qualità e varietà: un’opportunità per godere degli eventi in sé e per riscoprire il nostro patrimonio culturale, anche quello meno conosciuto, come nel caso di Château Vallaise, che diventa occasione per apprezzarne il valore storico-artistico e il risultato dell’importante intervento di studio e restauro”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here